Gestione degli effetti della separazione dai familiari impiegati in missione

Sesto capitolo del manuale (tradotto dal nostro staff in lingua italiana) delle procedure e indicazioni in uso presso lo US Army.

Gestire la separazione da chi viene impiegato in missione

La separazione da un proprio caro che viene impiegato in missioni come OIF/ OEF può essere sentimentalmente difficile per tutti i membri di famiglia.
I sintomi che emergono dalla separazione possono includere bassi livelli di energia, tristezza, collera, eccitazione, irrequietezza, tensione, frustrazione, risentimento e depressione.
In oltre ci sono molte sfide da affrontare per le famiglie dei militari durante l’impiego in missione.

E’ importante riconoscere, capire e fare fronte a queste sfide per poter efficacemente resistere alla separazione durante l’impiego in missione:

♦ Evitate di cadere nelle trappole che spesso vengono associate all’impiego in missione.

♦ Comprendiate che le controversie sono comuni prima dell’impiego in missione.
Provate a non prenderle troppo seriamente.

♦Discutete delle preoccupazioni familiari come la crescita dei figli, la gestione economica, o le questioni private prima dell’impiego in missione.
Cercare di risolvere disaccordi riguardanti problemi familiari da molto lontano non sarà efficace.

♦ Evitate di cercare di risolvere problemi matrimoniali precedenti all’impiego in missione.
E’ molto difficile da molto lontano ed è meglio lasciarli fino al momento del ritorno a casa del Soldato.

♦ Comprendete che date di partenza e di ritorno spesso si estendono.

 Evitate di ascoltare e amplificare i pettegolezzi.
E meglio non ripeterli.
Questo perchè si divulgano velocemente e si possono amplificare in modo incontrollato causando grossi danni psicologici sia ai Soldati che alle famiglie.

♦ E’ importante che tutti i membri della famiglia accettino il cambiamento e la crescita.
Non è realistico essere riuniti ed aspettarsi che tutto sia lo stesso di come era prima dell’ impiego in missione.

Alcuni consigli che aiutano i coniugi e la famiglia a resistere mentre il Soldato è impiegato in missione:

♦ Se sorgono disaccordi, non affrontate l’argomento fino a che sarete faccia a faccia con il vostro coniuge.

♦ Stabilire e mantenere una struttura di supporto aiuta la famiglia a resistere.

♦ Includete delle pause nelle abitudini giornaliere.
Questo può includere settimanalmente l’aggregazione con altri membri della famiglia e mensilmente delle uscite con i figli al parco preferito, al ristorante, per il pic-nic, ecc.

♦ Il genitore a casa avrà la necessità di avere del tempo senza i figli.
Un regolare “giorno fuori del papa o della mamma” è importante per mantenere l’equilibrio.

♦ Incoraggiate tutti i membri di famiglia a condividere i loro sentimenti, rassicurate il vostro compagno del vostro amore e del vostro incarico e provate a considerare l’impiego in missione come una sfida che vi da l’opportunità di crescere.

♦ La comunicazione è importante tra il Soldato e i membri della famiglia.
Usate tutti i sistemi di comunicazione (telefono, email, lettere, ecc.).
E’ importante rimanere in contatto; in ogni caso, provate a concludere la conversazione telefonica e le lettere con una nota positiva.

Alcuni suggerimenti per I familiari per aiutare I figli a resistere mentre il soldato (genitore) è impiegato in missione:

♦ Siate onesti con i bambini a proposito della missione del papà o della mamma.
Condividete informazioni sul lavoro del soldato e cosa sta facendo il genitore per il nostro Paese.

♦ Rispondete apertamente e onestamente alle domande usando parole che i vostri bambini possano capire.

♦ Date ai bambini un metodo di misurazione del tempo che passa.
Fornitegli un calendario che aiuterà vostro figlio a contare i giorni che il genitore passa impiegato in missione.

♦ Assicuratevi che i genitori del vostro coniuge siano tenuti informati.
I genitori del Soldato condividono le vostre preoccupazioni sulla salute e il benessere del loro figlio impiegato in missione.
Coniugi e nonni possono supportarsi a vicenda durante il periodo di impiego in missione.

♦ Continuate a fornire ai bambini un ambiente strutturato, stabile e sicuro.
I bambini richiedono rassicurazioni di essere amati, curati e tenuti al sicuro mentre l’ altro genitore è lontano.

♦ Assicuratevi che il genitore impiegato in missione sia parte delle conversazioni tutti i giorni.

♦ Aiutate i vostri bambini a discernere in quello che vedono e sentono nei notiziari.
Scoprite cosa i vostri figli sanno e hanno capito e parlate con loro delle loro sensazioni.
Seguite come vostro figlio lo gestisce, dategli una piccola parte di un’informazione una volta e osservate come reagisce prima di decidere cosa fare in seguito.

♦ Date ai vostri figli dei metodi per comunicare con il genitore impiegato in missione (scrivendo lettere o un accesso email).

♦ Provate a mantenere le tradizioni e le consuetudini familiari durante l’assenza dell’ altro genitore.

♦ Mantenete i bambini coinvolti in attività all’ aperto e mantenete costante il contatto con le scuole.